Sbuffi di primavera

IMG_7070

Ci si accorge del cambiamento se si presta attenzione ai dettagli. La Natura fa le sue cose molto discretamente. L’insetto ronzante contro il vetro che non si sentiva da ottobre riporta il presagio di quella frequenza così comune nei prossimi mesi. Il cinguettio timidissimo del passero sui rami interni dell’albero ancora spoglio prepara ai concerti di richiami amorosi. La luce mattutina e l’azzurro serale che combatte con lo scuro per non scomparire più tanto presto segnano il passaggio graduale verso la luce prevalente. Buon lavoro, Natura!

Colei che nasconde

A Milano la chiamano Scighera, LA Siora Scighera, colei che nasconde la realtà. Mai avventurarsi con lei nelle sere d’inverno, si rischia di non tornare più a casa. Colei che rende ciechi copre le vie col suo polveroso mantello, si infila sotto gli occhiali, dentro la sciarpa e fa perdere l’orientamento. Ci si può ritrovare sulle sponde del fiume se la si segue, dove le statue fanno attente la guardia ai viandanti smarriti. Neanche i fari accesi delle biciclette si fanno strada tra quelle pieghe: vengono sfumati in mille vapori. I vecchi ricordano che alla nostrana Signora Fumana, che non ha niente da invidiare alla tipa milanese per intensità e mistero, “una volta ci potevi appoggiare la bicicletta”. Che fascino! 20181224_132650